Cronaca

Secondo flashmob dei 'No Feris', biciclettata in via Caldirolo: le foto della manifestazione

Circa 150 tra cittadini e attivisti hanno percorso le vie attorno all'area dove sorgerà l'ipermercato

Un momento della manifestazione

Circa 150 cittadini e attivisti in sella alla propria bicicletta per dire ancora una volta ‘no’ al progetto Feris. Sabato mattina è andato in scena il secondo flash mob (sui tre programmati): nello specifico, in questa occasione la contrarietà è stata rivolta alla costruzione del supermercato di via Caldirolo.

Intorno alle 11, infatti, residenti e referenti delle varie associazioni che lottano per modificare le linee guida del progetto si sono radunati all’angolo tra via Frutteti e via del Melo: poi via, ognuno in sella alla propria bicicletta, verso l’area interessata dall’intervento: procedendo lungo via Frutteti (in direzione fuori città), hanno svoltato per via della Siepe, quindi per via Turchi, arrivando così  alla famigerata rotonda (prima di tornare su via Caldirolo e ancora su via Frutteti). Hanno, di fatto, abbracciato il perimetro dove sorgerà il centro commerciale, megafono e cartelli in mano, fischietti alla bocca.

“Questa ciclopasseggiata – ha chiarito Leonardo Polastri, ‘Caldirolo libera’ – è stata organizzata per sensibilizzare i residenti del quartiere, perché molti ancora non conoscono i dettagli del progetto. C’è molta confusione ma, al tempo stesso, anche grande partecipazione. Di giorno in giorno le persone che ci seguono sono sempre di più”.

“Ad agosto – ha proseguito Cinzia Pusinanti, sempre di ‘Caldirolo libera’ – siamo rimasti molto sorpresi dalla proposta del Comune di costruire un ipermercato in questo quartiere. Ormai tanti ferraresi sono contrari, sia perché non vi è la necessità, in città, di un altro luogo simile, sia perché così facendo si andrebbe ad aumentare il volume di traffico. Il tutto, tra l’altro, proprio di fronte alle Mura cittadine”. Il prossimo flash mob, il terzo della serie, è in programma sabato 18 nell'area di viale Volano. 


Si parla di